5 sane abitudini che prevengono le malattie croniche

La scienza ha più volte sottolineato l’importanza di adottare uno stile di vita sano per prevenire le malattie croniche e vivere meglio. Quali sono però le abitudini virtuose che aiutano a stare bene? Il professor Mladen Golubic, specialista in medicina interna presso l’Università di Cincinnati ha offerto una risposta alle tante domande che interessano il benessere e la salute.

La dieta mediterranea, la ricetta giusta per la salute

Il diabete, l’obesità, l’ipertensione e un livello alto di colesterolo sono tra i fattori che maggiormente incidono sull’insorgenza di malattie croniche. Gli studi scientifici hanno evidenziato che l’80% delle patologie croniche sono influenzate da un stile di vita non corretto. L‘età e la familiarità quindi, non bastano a determinare lo stato di salute di un individuo che può adottare comportamenti corretti per migliorare la propria vita.

La dieta è uno degli elementi più importanti che possono proteggere la salute. Il dottor Golubic individua nella dieta mediterranea, lo stile alimentare più corretto e appropriato per vivere più a lungo e meglio. Frutta, verdura e legumi ed un consumo ridotto di carne sono quindi, un toccasana soprattutto se associati al pesce azzurro che contiene grassi che non ostruiscono le arterie. Inoltre le vitamine contenute nel pesce completano l’alimento che può essere consumato anche quattro volte alla settimana. La scienza ha individuato l’olio extravergine di oliva come il condimento più valido. Questo, infatti ha un elevato potere antiossidante che aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo, un pericolo per il sistema circolatorio. La FDA - Food and Drug Administration, ente governativo americano – infatti, ha inserito l’olio extravergine di oliva tra i cibi con proprietà medicamentose.

A difendere però dall’insorgenza delle malattie cardiovascolari è anche un consumo più ridotto di sale, spesso troppo adoperato nella cucina degli italiani. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha riportato il risultato di un’indagine dalla quale emerge che gli italiani consumano il doppio del sale consigliato. La dose giornaliera tollerata è infatti pari a 5 grammi al giorno, mentre gli uomini in media ne consumano dieci e le donne poco più di otto.

L’attività fisica combatte lo stress e favorisce il riposo tranquillo

Una sana alimentazione tuttavia, non basta a garantire salute e benessere. Gli specialisti consigliano di associare alla dieta mediterranea un’attività fisica continuata che preveda almeno 150 minuti di sport alla settimana. Si può scegliere tra concedersi qualche passeggiata, andare in palestra, o qualsiasi altra attività che consenta il movimento e aiuti quindi non solo a mantenersi in forma, ma anche a gestire meglio lo stress quotidiano che è una grave minaccia per la salute. Gli effetti dello stress sul corpo sono un problema che interessa i 18% della popolazione.

Uno studio congiunto del Center for Emotional Intelligence e del Child Study Center dell'Università di Yale e di Lipsia, riportato dal The New York Times, ha sottolineato come un lavoratore su 5 viva costantemente un forma di esaurimento da lavoro che riduce la produttività e mina la salute. Le malattie cardiovascolari e neurologiche hanno infatti, uno stretto legame con lo stress che è responsabile anche di molti malesseri. Raffreddore o mal di testa, infatti sono spesso associati alla continua tensione. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito lo stress il male del ventunesimo secolo che perciò va combattuto con ogni mezzo. Il professor Golubic individua nella consapevolezza di se stessi, lo strumento più utile a diminuire lo stress.

Il relax e la meditazione sono dunque, una terapia a cui dedicarsi tutti i giorni. Occorre respirare lentamente e provare a svuotare la testa dalle tante tensioni quotidiane per acquisire la consapevolezza delle proprie potenzialità e riacquistare l’equilibrio. Sono sempre più diffusi infatti, i centri in cui imparare tecniche di rilassamento e meditazione da ripetere poi, a casa più volte a settimana, come terapia per riuscire a mantenere la calma.

Il professor Golubic consiglia di iniziare con esercizi di respirazione della durata di venti minuti, da ripetere per tre volte a settimana per cambiare approccio alla vita. La meditazione favorisce anche il sonno che è seriamente compromesso dallo stress. Riuscire a riposare minimo sette ore a notte, infatti è molto importante perché consente di avere uno stato di benessere al risveglio. È importante adoperare alcuni accorgimenti per stimolare il sonno, tra questi quello di non bere alcool e caffè e non adoperare strumentazioni elettroniche nei 90 minuti prima di recarsi a letto. Un sonno continuato consente di adottare nei confronti del lavoro e del prossimo un atteggiamento più sano e costruttivo.

Il cambiamento delle proprie abitudini, un obiettivo da raggiungere

La connessione sociale, secondo il professor Glolubic è la medicina più importante per proteggersi dalle malattie e iniziare a star bene con la propria anima e il proprio corpo. Bisogna quindi, intrattenere rapporti che siano in grado di trasmettere benessere. Le cinque regole, che Glolubic ha individuato per tutelare la propria salute vanno quindi tutte associate per vivere meglio. L’alimentazione corretta, il riposo, l’attività fisica, la connessione sociale e il sollievo dallo stress insieme sono la terapia più corretta per tutelare e proteggere la salute.

Non è facile tuttavia, cambiare stile di vita e adottare per sempre un radicale cambiamento delle proprie abitudini. La nostra cultura è infatti, molto legata all’appagamento immediato e c’è sempre una difficoltà ad accettare sacrifici a lungo termine, anche se con innegabili benefici. La soluzione è quella di fare piccoli passi che possano poi portare ad un cambiamento profondo delle proprie abitudini. Il tempo è infatti, un fattore determinante per intervenire sulla propria cultura e modificare l’approccio che prevede una soddisfazione immediata a danno della salute e del benessere.

Il ruolo della prevenzione

Lo stile di vita è dunque un elemento importante per proteggere la salute. Ciò che però è ugualmente utile è fare controlli medici periodici e sistematici per prevenire le malattie e intervenire prontamente in caso di necessità. Prendersi cura di se stessi e dei propri cari è dunque un obiettivo prezioso per vivere a lungo e bene. La qualità della vita, infatti è un valore imprescindibile che può essere perseguito dando una costante attenzione alla propria salute.

Noi della Mutua Ulisse per questo motivo abbiamo studiato piani sanitari dove la prevenzione per i singoli e la famiglia è preponderante. I nostri piani infatti, offrono esami diagnostici, interventi , ricoveri e cure specialistiche per proteggere la vostra salute. Con oltre 11.000 strutture convenzionate offriamo un ampio spettro di possibilità. Non ci sono dunque, più ticket, file o liste d’attesa i nostri assistiti possono godere della nostra assistenza sanitaria per tutta la vita. Il regime fiscale consente inoltre, di detrarre dalle imposte il 19% della quota associativa versata, diventare nostro associato è solo un vantaggio!